Privacy by design e by default. La sicurezza applicativa negli accordi di servizio

POSTED BY   Alberto Buzzoli
22 Febbraio 2019

Il GDPR, all’articolo 25 – Protezione dei dati fin dalla progettazione e protezione per impostazione predefinita, con la definizione dei principi di privacy by design e privacy by default, introduce in modo concreto aspetti anche (e soprattutto) di carattere tecnico nelle attività di adeguamento e mantenimento di un soddisfacente regime di compliance in ambito di protezione dei dati personali.

Proprio quest’articolo che, unitamente agli artt. 32 – Sicurezza del trattamento e 35 – Valutazione d’impatto sulla protezione dei dati delineano l’anima del Regolamento, ovvero l’orientamento al principio dell’Accountability, determina un impatto elevato nelle attività di progettazione, realizzazione ed erogazione di prodotti applicativi e servizi IT.

Leggi l’articolo su Leadership&Management

0

Alberto Buzzoli

Promuovo sinergia, creatività ed innovazione progettando metodologie e strumenti per connettere in modo efficace strategie di business, modelli d'organizzazione, sistemi di gestione e tecnologie dell'informazione.

Ti potrebbe interessare anche...

Cultura digitale e information security in Italia: come influenzeranno i trend economici delle aziende?
Blocco della connessione ad Internet: come gestire cadute e rallentamenti
Protezione dei dati personali e sicurezza, gli obiettivi per il 2019